Adorazione mensile

ADORAZIONE EUCARISTICA MAGGIO 2017

 

1. Inni e canti sciolgliamo fedeli

Al divino eucaristico re:

egli ascoso nei mistici veli

cibo all’alma fedele si diè.

Rit.

Dei tuoi figli lo stuolo qui prono

O Signore dei potenti t’adora:

per i miseri implora perdono,

per i deboli implora pietà.

 

2. Sotto i veli che il grano compose,

su quel trono raggiante di luce,

il Signore dei signori si ascose

per avere l’impero dei cuor.

 

Cel. -Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Ass. Amen.

Cel. Il Signore sia con voi.

Ass. E con il tuo Spirito.

Let.- In questo mese di maggio dedicato a Maria madre di Gesù, vogliamo questa sera, con grande gioia dire il nostro grazie a Gesù Eucarestia per tutti i benefici che ci elargisce. Questi momenti siano per noi un arricchimento per essere più disponibili verso ogni fratello.

 

Preghiamo

O Padre, Dio di fedeltà e sapienza, che guidi la storia verso il tuo Regno di grazia e salvezza, non permettere che veniamo meno nelle difficoltà, ma rendici attenti alla tua Parola che ci ricorda il tuo progetto su ciascuno di noi Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Ass. Amen.

 

Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo ai Galati. (4, 4 – 7 )

 

Fratelli, quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna, nato sotto la Legge, 5per riscattare quelli che erano sotto la Legge, perché ricevessimo l'adozione a figli. 6E che voi siete figli lo prova il fatto che Dio mandò nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio, il quale grida: "Abbà! Padre!". 7Quindi non sei più schiavo, ma figlio e, se figlio, sei anche erede per grazia di Dio.

Parola di Dio

Ass. Rendiamo grazie a Dio.

 

SALMORESPONSORIALE (Salmo 19)

 

Rit. Le tue parole, Signore, sono spirito e vita.

 

La legge del Signore è perfetta,

rinfranca l'anima;

la testimonianza del Signore è stabile,

rende saggio il semplice. Rit.

 

I precetti del Signore sono retti,

fanno gioire il cuore;

il comando del Signore è limpido,

illumina gli occhi. Rit.

 

Il timore del Signore è puro,

rimane per sempre;

i giudizi del Signore sono fedeli,

sono tutti giusti, Rit.

Alleluia

Benedetto colui che viene nel nome del Signore;

Il Signore è Dio, egli ci illumina.

Alleluia

 

 

Vangelo:

+ Dal vangelo secondo Matteo (10, 17 – 22)

 

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli:17Guardatevi dagli uomini, perché vi consegneranno ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; 18e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani. 19Ma, quando vi consegneranno, non preoccupatevi di come o di che cosa direte, perché vi sarà dato in quell'ora ciò che dovrete dire: 20infatti non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi.
21Il fratello farà morire il fratello e il padre il figlio, e i figli si alzeranno ad accusare i genitori e li uccideranno. 22Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato. Parola del Signore.

Ass. Lode a te o Cristo.

 

RIFLESSIONE:

Dal trattato «Sullo Spirito Santo» di san Basilio, vescovo
 

Colui che ormai non vive più secondo la carne ma è guidato dallo Spirito di Dio, poiché prende il nome di figlio di Dio e diviene conforme all'immagine del Figlio unigenito, viene detto spirituale.
Come in un occhio sano vi è la capacità di vedere, così nell'anima che ha questa purezza vi è la forza operante dello Spirito. Come il pensiero della nostra mente ora resta inespresso nell'intimo del cuore, ora invece si esprime con la parola, così lo Spirito Santo ora attesta nell'intimo al nostro spirito e grida nei nostri cuori: «Abbà, Padre» (Gal 4, 6), ora invece parla per noi, come dice la Scrittura: Non siete voi che parlate, ma parla in voi lo Spirito del Padre (cfr. Mt 10, 20). Inoltre lo Spirito distribuendo a tutti i suoi carismi è il Tutto che si trova in tutte le parti. Tutti infatti siamo membra gli uni degli altri, e abbiamo doni diversi secondo la grazia di Dio comunicata a noi. Per questo «non può l'occhio dire alla mano: Non ho bisogno di te; né la testa ai piedi: Non ho bisogno di voi» (1 Cor 12, 21). Tutte le membra insieme completano il corpo di Cristo nell'unità dello Spirito e secondo i carismi si rendono, come è necessario, utili le une alle altre. Dio infatti ha disposto le membra nel corpo, ciascuna di esse secondo il suo volere. Le parti dunque sono piene di sollecitudine vicendevole, secondo la spirituale comunione dell'amore. Perciò «se un membro soffre, tutte le altre membra soffrono insieme; e, se un membro è onorato, tutte le membra gioiscono con lui» (1 Cor 12, 26). E come le parti sono nel tutto, così noi siamo ognuno nello Spirito, poiché tutti in un solo corpo siamo stati battezzati nell'unico Spirito.
Come il Padre si rende visibile nel Figlio, così il Figlio si rende presente nello Spirito. Perciò l'adorazione nello Spirito indica un'attività del nostro animo, svolta in piena luce. Lo si apprende dalle parole dette alla Samaritana. Essa infatti, secondo la concezione errata del suo popolo, pensava che si dovesse adorare in un luogo particolare, ma il Signore, facendole mutare idea, le disse: Bisogna adorare nello Spirito e nella Verità (cfr. Gv 4, 23), chiaramente definendo se stesso «la Verità».
Dunque nel modo come intendiamo adorazione nel Figlio, come adorazione cioè nell'immagine di colui che è Dio e Padre, così anche dobbiamo intendere adorazione nello Spirito, come adorazione a colui che esprime in se stesso la divina essenza del Signore Dio.
Giustamente, dunque, nello Spirito che ci illumina noi vediamo lo splendore della gloria di Dio. Per mezzo dell'impronta risaliamo al sigillo e a colui al quale appartiene l'impronta e il sigillo e al quale l'una e l'altra cosa sono perfettamente uguali.

 

Cel.: Dio nostro Padre, con la risurrezione del suo Figlio ci ha rigenerati ad una speranza viva. Tutti gli uomini, anche senza saperlo, attendono Dio.

Facciamoci portavoce, mediante la preghiera, di questa attesa universale.

Preghiamo insieme e diciamo:

Illumina la nostra vita Signore.

 

- Perché la Chiesa nei suoi Pastori annunci il Vangelo della vocazione senza temere l’impopolarità, ma certa dell’efficacia della Parola del Signore. Preghiamo.

 

- Per coloro che sentano la chiamata del Signore siano aiutati a rispondere, crescendo in umanità, fortificando la loro fede, maturando nella preghiera. Preghiamo.

 

- Perché gli sposi cristiani siano l’uno per l’altro segno dell’amore del Signore e alla scuola del Vangelo preparino i loro figli a inserirsi nella Chiesa e nel mondo. Preghiamo.

 

- Per tutti i membri del popolo di Dio, perché nella vita di ogni giorno esprimano la realtà della Messa, memoriale perenne della morte e risurrezione del Signore. Preghiamo.

 

- Perché la misericordia del Signore ci dia occhi per vedere il Figlio dell’uomo che passa accanto a noi nella persona dei poveri e dei sofferenti. Preghiamo.

 

- Perché la società del nostro tempo ricuperi la coscienza che ogni creatura concepita nel grembo materno è un pegno vivente dell’amore di Dio. Preghiamo.

 

- Dio della vita, donaci il senso cristiano del vivere e del morire e la certezza che nel momento della morte entreremo nella verità tutta intera. Preghiamo.

 

PREGHIERA PER IL S.A.V.

O Dio,

che nella pienezza dei tempi

hai mostrato il tuo infinito Amore

inviandoci il Figlio Gesù,

messaggero di pace e di salvezza,

venuto per servire l’uomo e ricondurlo nella casa del Padre.

Ti affidiamo il Servizio Accoglienza alla Vita del nostro Vicariato.

Noi l’abbiamo posto nelle mani di Maria,

Madre del Salvatore e di tutti noi

e alla protezione della Sacra Famiglia, perché esso diventi

come la casa di Nazareth,

luogo dove ognuno cresce in età, sapienza e grazia.

Fa che quanti mediante esso,

servono l’uomo e le sue fatiche,

mantengano generoso il loro impegno

aprano il cuore a chi bussa.

Fa che nelle nostre comunità e famiglie

non si spenga mai la preghiera,

affinché il Servizio Accoglienza alla Vita

sia strumento di salvezza per chi è accolto e chi accoglie.

Facci trovare pronti

quando ci chiederai di cooperare fedelmente

alla tua Provvidenza

secondo le necessità di chi ha bisogno.

Tutto questo ti chiediamo o Dio,

per Cristo tuo Figlio e nostro Signore. Amen.

 

Celebrante:

Rinnoviamo ogni nostra lode a Dio e ogni nostra domanda con l’orazione del Signore.

PADRE NOSTRO........

 

Preghiamo:

O Padre, che ci hai innestato in Cristo tuo Figlio, crocifisso e risorto, donaci di narrare a quanti incontreremo le grandi opere della salvezza. Per Cristo nostro Signore

Amen

 

 

 

 

CANTO PER LA BENEDIZIONE EUCARISTICA.

 

Adoriamo il Sacramento

che Dio Padre ci donò.

Nuovo patto, nuovo rito

nella fede si compì.

Al mistero è fondamento

la parola di Gesù.

Gloria al Padre onnipotente,

gloria al Figlio Redentore,

lode grande, sommo onore

all’eterna carità.

Gloria immensa, eterno amore

alla Santa Trinità. Amen.

 

LITANIE EUCARISTICHE

 

 

 

 

LODATE DIO

1.

Lodate Dio, schiere beate del cielo;

lodate Dio, genti di tutta la terra;

cantate a lui, che l’universo creò

somma sapienza e amore.

2.

Lodate Dio, Padre che dona ogni bene,

lodate Dio, ricco di grazia e perdono:

cantate a lui, che tanto gli uomini amò

da dare l’unico Figlio.

 


Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!